Il CV efficace

Le competenze all’interno del CV

Scritto da InfoJobs

Come inserire in maniera efficace nel cv le competenze acquisite

Un CV completo e “ben fatto” deve includere in maniera chiara, sintetica ed esaustiva ciò che siamo in grado di fare, le nostre competenze.

Ma come possiamo valorizzare al meglio le nostre capacità nel CV, non potendo dimostrare praticamente quello che siamo in grado di fare?

1- Competenze e tecnologie utilizzate

Questo è il primo campo in cui poter inserire tutte le competenze che hai sviluppato nella tua carriera professionale.
Dove lo trovi? Quando inserisci una nuova esperienza lavorativa puoi impostare fino a 15 keyword che riepiloghino le principali capacità sviluppate all’interno di quello specifico ruolo professionale.

Il nostro suggerimento è di sfruttarle tutte al meglio per una migliore visibilità del tuo CV.

Ad esempio, per un profilo professionale di natura commerciale alcune keyword potrebbero essere: trattative commerciali, acquisizione clienti, capacità comunicative e relazionali, empatia, problem solving, ascolto, tecniche di vendita, KPI, gestione team, sales planning…

2- Competenze & CV formato testo

Per potenziare ulteriormente la visibilità del tuo CV e ricevere offerte di lavoro ancora più personalizzate, puoi inserire le tue skill anche all’interno del CV in formato testo.
Potrai spiegare in quale esperienza lavorativa e/o formativa le hai acquisite e fornire dettagli concreti, come le mansioni/attività in cui hai sviluppato quelle specifiche abilità e il tuo livello di confidenza.

Per un profilo commerciale puoi ad esempio specificare:
“Ricoprendo il ruolo di Key account all’interno di tale contesto aziendale ho avuto l’opportunità di affinare le mie capacità di mediazione e negoziazione, nonché le capacità comunicative e linguistiche, grazie alla gestione di un portfolio clienti appartenenti al panorama nazionale ed internazionale.
Questo mi ha permesso di acquisire completa autonomia in fase di acquisizione, gestione e chiusura della trattativa commerciale.”

3- Competenze tecniche/specialistiche: identifica le competenze core maturate e richieste dal mercato per la tua figura professionale

Se ricopri un ruolo tecnico o specialistico (ad es area IT, settore chimico, ingegneristico, etc.) riporta, tramite keywords gli strumenti, la tecnologia, i software o i gestionali specifici che fanno parte del tuo mondo professionale e che stai usando o hai usato in passato. Questo permette al recruiter di identificare con accuratezza se possiedi quelle conoscenze tecniche richieste per una specifica posizione vacante.

A titolo di esempio, un professionista nel campo dell’Ingegneria meccanica potrebbe indicare: “Le mie mansioni principali sono: modellazione solida tramite Siemens UG NX; progettazione e realizzazione di modelli CAD 2D e 3D (CATIA V5; Solidworks) e CAE (Hypermesh); progettazione di dettaglio e verifica strutturale con software di analisi F.E.M. (Anys)…”

4- Competenze a 360°

Assicurati di inserire tutte le competenze sviluppate nel corso della tua carriera professionale, formativa e/o in contesti sportivi/sociali.
Non dimenticare, oltre a quelle tecniche e specialistiche, anche le competenze soft o trasversali o quelle linguistiche, informatiche, etc.
Infatti, a parità di competenze tecniche tra candidati, il recruiter sposta la sua attenzione proprio sulle competenze trasversali che possono fare la differenza in uno specifico ruolo e/o contesto professionale.

Focus on: prima della scrittura del CV prenditi un po’ di tempo per individuare quali obiettivi professionali hai raggiunto, quali competenze hai sviluppato e come puoi comunicarli al meglio, sia nel CV che in sede di colloquio.

Come diceva Oscar Wilde: “Non c’è mai una seconda occasione per fare una prima buona impressione.”

 E ora trova l’offerta più in linea con le tue competenze!

4 Commenti

Lascia un commento