Le competenze più richieste

Come diventare nomade digitale?

Nomadi Digitali 2020
Scritto da InfoJobs

La Digital Economy ha contribuito alla nascita di numerose figure professionali che possono essere svolte da remoto e che richiedono ovviamente determinate e specifiche competenze, senza però necessitare di alcun capitale finanziario iniziale.

Se non ho mai svolto alcuna attività da remoto, da dove inizio?

L’ottima notizia è che non è necessaria una laurea in Informatica per lavorare da remoto.
Nella maggioranza dei casi non sono necessarie competenze, abilità tecniche specifiche o aver frequentato un’università prestigiosa.
Basta avere talento, una naturale predisposizione e tanta voglia di mettersi in gioco.

Quali sono i lavori che usualmente permettono di guadagnare da remoto?

Alberto Mattei, fondatore del sito Nomadidigitali.it, fornisce una definizione di Nomade Digitale.
È un neologismo che indica un nuovo modo di lavorare, potendosi spostare quando se ne sente il bisogno”.
Nella quotidianità, tale scelta si traduce in una vera e propria filosofia di vita, incentrata sulla condivisione.
“Ci sono persone che non riescono a rinunciare a una serie di comodità, come una macchina o una casa ammobiliata.” prosegue Mattei “Come nomade digitale io invece non ho accumulato oggetti e, quindi, posso spostarmi partecipando a progetti di economia collaborativa e lavorando in strutture di co-working”. 

La realizzazione di sé, la condivisione con comunità internazionali e il viaggio alla scoperta di se stessi, sono fattori irrinunciabili per chi intraprende questa strada.

I punti cardine per  trovare lavoro come Nomade Digitale

  • Creare un profilo professionale perfetto, sulle diverse piattaforme di ricerca lavoro.
  • Networking: siti come MeetUp sono utili per trovare eventi interessanti nelle proprie vicinanze.
  • Iscriversi, creare, usare community sui social.
  • Blog Personale: per accrescere la propria credibilità ed attrarre potenziali nuovi clienti.

I consigli per i neofiti

  • Per iniziare può essere confortante lavorare in un WiFi caffè o in uno spazio di co-working, in modo da cambiare gradualmente le proprie abitudini e prendere confidenza col fatto di essere in un contesto differente da quello solito. 
  • Il secondo passo può essere spostarsi in un luogo differente dall’abituale città, anche per un brevissimo tempo e fare il tentativo di lavorare online da una location diversa.
  • Di ritorno dal viaggio è utile elencare tutti i problemi eventualmente riscontrati e come risolverli per le volte successive.

Gli strumenti indispensabili per essere un Nomade Digitale sono due: una Sim con GB illimitati, magari da poter utilizzare anche all’estero, e una connessione Wi-Fi stabile.

È sufficiente avere in mente una sola parola da ripetere come un mantra: INDIPENDENZA.  

 Photo by Toa Heftiba on Unsplash

3 Commenti

Lascia un commento