Il CV

Prenditi cura del tuo CV

Per essere incisivi nella ricerca di lavoro, che si tratti di una prima esperienza o di un’evoluzione di carriera, è necessario rispettare una regola fondamentale: prendersi cura del proprio CV.

Come abbiamo già ripetuto più volte, il curriculum è il nostro biglietto da visita, la prima impressione che diamo al selezionatore, lo specchio di quello che siamo. È fondamentale quindi fare in modo che ci presenti al meglio.

Ci sono alcuni campi obbligatori da completare con dati personali e di contatto. Ma la differenza la fanno proprio i campi cosiddetti opzionali che spesso vengono visti come una perdita di tempo e che invece andrebbero completati accuratamente. Per 3 ragioni principali.

  1. Se non dici chi sei, come puoi farti conoscere?
    Il selezionatore è un perfetto sconosciuto ed è proprio il nostro percorso formativo o lavorativo che parla per noi. Puoi anche essere il talento più brillante del secolo, ma se non scrivi le tue esperienze o i tuoi traguardi nel curriculum, nessuno potrà selezionarti per questo.
  2. Se tu non perdi tempo a completare il tuo CV, perché qualcuno dovrebbe perdere tempo a leggerlo?
    Compilare i campi opzionali, spiegando ad esempio quali sono le tue competenze o le tecnologie che utilizzi o la descrizione dei tuoi compiti, capacità o obiettivi,non è un puro esercizio di forma. Oltre a fornire informazioni ai selezionatori, l’accuratezza nella compilazione denota interesse in quello che stai facendo e senso di responsabilità.
  3. Se lasci campi in bianco, come può funzionare il matching con la domanda?
    Le aziende possono effettuare la ricerca per operatori logici o utilizzare una serie di filtri per definire maggiormente il profilo ricercato. Le competenze da te inserite fanno matching con quelle ricercate e portano il tuo CV in evidenza rispetto agli altri. Se non inserisci alcune informazioni, il tuo CV non verrà mai preso in considerazione.Se vuoi un nuovo lavoro, ecco quindi la prima regola. Il tuo CV parla di te. Prenditene cura.E ora sei pronto per le offerte del giorno
  • Prima di lavorare in Hotel, come receptionist prima e direttrice poi, ho sempre svolto
    la mansione di impiegata commerciale Italia/estero.
    Ho inviato un sacco di candidature per questa mansione, che vorrei tornare a svolgere, ma il mio profilo è sempre stato giudicato non idoneo! Probabilmente i selezionatori si fermano a leggere esclusivamente l’esperienza in hotel, che appare per prima in quanto è l’ultima e più recente, senza andare oltre…non trovo altra spiegazione altrimenti, ma vi posso dire che tutto ciò è parecchio svilente…

    • Buongiorno Federica, ti consigliamo di descrivere nella lettera di presentazioni, le tue aspirazioni. Grazie per le tue parole

Lascia un commento

Errore durante l'invio del commento.

Articoli Correlati