In & Out

Amore tra colleghi? Non è più un tabù

Scritto da InfoJobs

Amore e lavoro, un binomio che appassiona ma che fa sempre discutere. Ma le relazioni in ufficio sono ancora un tabù?
Lo abbiamo chiesto direttamente a voi e le risposte sono decisamente favorevoli alle love-story. Ben il 63% degli oltre 5.000 intervistati ha infatti risposto che non c’è nulla di male nelle relazioni sul luogo di lavoro, normali per il 35% e positive per il 28% in quanto rendono l’ufficio un luogo più piacevole (28%).
Ci sono poi i contrari, soprattutto nella fascia 35-45 anni che reputano l’amore una fonte di distrazione (37%) e persino un problema quando la storia finisce.

L’amore rispetta le gerarchie? No, al cuor non si comanda e ben il 64% del campione non vede problemi a innamorarsi del capo o dello stagista.
Nei fatti però solo il 10%  dichiara di aver effettivamente avuto una relazione d’amore in ufficio. Perché?
Il 49% era già impegnato, il 34% vuole tenere separate vita privata e professionale, il 15% non ha mai avuto un collega che gli facesse battere il cuore. E c’è anche un 2% che avrebbe tanto voluto arrendersi all’amore, ma ha ricevuto un sonoro due di picche.

Tra chi però si è lasciato andare ai sentimenti, ben il 63% ha vissuto una storia importante e, di questi, il 33% prosegue con la sua storia d’amore.
L’amore dura di più per le donne (46%) e i millennials (40,5% tra chi ha 25-35 anni) mentre nel caso degli uomini è continuato solo per il 25%. Uomini che si dichiarano disponibili ai flirt (32%) mentre le donne (16%) preferiscono buttarsi solo quando ci sono di mezzo veri sentimenti.

Ma l’amore fa bene anche al lavoro? Il 58% dice che la produttività è rimasta invariata, mentre per il 29% la relazione ha avuto un effetto positivo anche in ufficio.
Dunque, non tergiversate: quale occasione migliore di San Valentino per dichiararsi?

*Indagine condotta a gennaio  su un campione di 5.500 candidati

12 Commenti

Lascia un commento