Il colloquio

Blind Interview

Blind Interview
Scritto da InfoJobs

Se qualcuno ti dice: “Domani ho un colloquio” qual è la prima cosa che ti viene in mente? Molto probabilmente il tradizionale incontro vis à vis con il selezionatore. Ma non esiste esclusivamente questo modello.
Le tecniche classiche di recruiting sono: 

  • intervista individuale: candidato e recruiter si incontrano e la valutazione di basa sulla sua comunicazione verbale e non verbale; 
  • intervista situazionale: si chiede al candidato di descrivere in che modo si comporterebbe in una immaginaria, quanto probabile, situazione lavorativa;
  • prove di gruppo o assessment center: consente ai selezionatori di capire come i candidati interagiscono e si relazionano in gruppo; 
  • test psicometrici: consiste nel somministrare ai candidati dei test, atti a rilevare quali sono le loro caratteristiche personali e comportamentali.

Ma esistono anche tecniche di selezione meno convenzionali e tra le più innovative c’è la Blind Interview o Intervista al Buio.
Cosa serve? Una stanza, due sedie, una scrivania e … il buio! 

Il candidato viene invitato in una stanza senza luce e il selezionatore pone le classiche domande da colloquio (“Qual è stata le tua ultima esperienza lavorativa?”, “Raccontami come hai gestito una situazione stressante a lavoro”).

#Spoiler – Dopo 18 minuti in assenza di luce si perde la capacità di interpretare il ruolo imposto e si risponde in maniera istintiva.

Il Recruiter accompagna il candidato in un colloquio completamente al buio. Entrambi possono utilizzare tutti i sensi, tranne la vista. Questo permette di non essere influenzati da fattori esterni, come aspetto fisico o opinioni personali, e soprattutto di superare la propria comfort zone.

Spegnendo le luci e accendendo l’ascolto, privi del condizionamento causato dalla vista, si avrà la possibilità di concentrarci su ciò che conta davvero (chi siamo veramente e il potenziale da sviluppare).

Concluso il colloquio, i partecipanti hanno la possibilità di vedersi, scambiare commenti e suggerimenti inerenti l’esperienza appena vissuta.

Ma come puoi prepararti per una Blind Interview? Come in una intervista tradizionale ma senza pressioni e distrazioni abituali.

  1.  Arriva preparato: cura la tua presentazione, studia l’azienda per cui ti stai proponendo

      2.   Usa una comunicazione amichevole

      3.   Parla e ascolta in ugual misura, in modo da far conoscere nel modo più chiaro possibile quali sono le tue caratteristiche personali e professionali

       4.  Approfondisci e motiva le tue risposte.

Sei pronto al tuo appuntamento al buio? 

Photo by Kelly Sikkema on Unsplash

Lascia un commento