Al top sul lavoro

Carriera o vita privata?

Scritto da InfoJobs

Cosa conta di più sul lavoro? Gli italiani hanno le idee molto chiare, come emerge dalla nostra ricerca in collaborazione con Gympass*.

La risposta, infatti, è quasi unanime: il 77% degli intervistati dichiara che è fondamentale riuscire a conciliare la vita personale con quella professionale. Pochi i carrieristi che puntano ad avere uno stipendio alto a discapito del privato (15%) e i meno ambiziosi che prediligono famiglia e affetti (8%).

E le aziende sono pronte? Il 51% degli intervistati afferma che il proprio datore di lavoro non consente un reale work-life balance.
Se l’azienda si curasse di più del benessere del dipendente, il tempo speso in ufficio sarebbe più qualitativo (87%).
I benefit più desiderati? Lavorare in smart working (38%)  e fare sport durante l’orario lavorativo (16%).

Quasi la totalità degli intervistati che hanno la fortuna di lavorare per aziende più attente rivela di sentirsi realmente motivato in ufficio (’83%) confermando quanto il benessere personale incida sulla produttività lavorativa.
Gli aspetti che tendono a motivare di più? La possibilità di lavorare in un clima aziendale sereno (81%), il riconoscimento professionale per i traguardi raggiunti (44%) e sapere che la propria azienda contribuisce in maniera concreta allo sviluppo del territorio in cui ha sede (35%).

Ma a cosa nessuno, nemmeno i carrieristi sono disposti a rinunciare?  Il tempo per vedere amici o familiari (57%) ancor prima di quello da dedicare a sé (28%) e ai viaggi (15%).

 

*indagine condotta da InfoJobs e Gympass a ottobre 2018 intervistando 4.174 candidati su tutto il territorio nazionale

2 Commenti

Lascia un commento