Se foste un’azienda che CV vorreste ricevere?

Se foste un’azienda che CV vorreste ricevere?

L'esperto HR vi suggerisce un esercizio interessante.

15 Set, 2017
540 views

La domanda è pertinente, direbbe il giudice battendo con il martello.
“Se foste un’azienda che CV vorreste ricevere dai candidati?”.
Già, perché la maggior parte dei CV ricevuti dalle aziende non sono efficaci perché sono autoreferenziali, si parlano addosso.

Vi suggerisco un esercizio interessante. 
Scrivete il vostro CV e poi provate a rileggerlo mettendovi nei panni dell’azienda, vale a dire del selezionatore, e rispondete alle seguenti domande:
- “Perché tra tutti i CV che l’azienda ha ricevuto per questa posizione dovrebbe chiamare a colloquio proprio me?”
- “Da quello che leggo, che cosa mi distingue dalle centinaia di altri CV tutti simili che l’azienda ha ricevuto?”
- “Perché il CV scritto così dovrebbe tranquillizzare l’azienda sul fatto che, non solo so svolgere le attività che ho elencato, ma lo so fare anche in modo concreto ed efficace?”
- “Che cosa il CV mostra che ho imparato dalle diverse esperienze maturate?”
- “Dal CV traspare in modo chiaro qual è il valore aggiunto che posso fornire a quella determinata azienda?”
- “I ruoli e le responsabilità che ho riportato, sono davvero chiari agli occhi di un selezionatore?”
Se il CV risponde a queste domande, a mio parere, ha tutte le carte in regola per poter essere un documento efficace: queste sono infatti le domande che un buon selezionatore si farebbe davanti a un CV.
Viceversa, potrebbe non essere un CV efficace, ma uno dei tanti e che finiscono con l’invecchiare dentro qualche file aziendale.

Intendiamoci, se svolgete una di quelle attività di sviluppo o marketing digitale, oggi tanto ricercate dalle aziende, oppure svolgete una posizione di commerciale con pluriennale esperienza internazionale e conoscenza di lingue improbabili, quasi sicuramente non avete bisogno di svolgere quell’esercizio. Le vostre competenze sono così rare che appena il vostro CV arriva in azienda diventa “manna” per il selezionatore. 
Ma se svolgete attività più tradizionali oppure siete neolaureati o neodiplomati in discipline oggi meno attrattive per il mercato del lavoro, fidatevi, fate quell’esercizio e ne trarrete beneficio!

A proposito di neolaureati o neodiplomati, il vostro CV può rispondere perfettamente alle domande dell’esercizio suggerito, anche se non avete maturato esperienze lavorative pregresse.
Basta rispondere basandosi sulle vostre esperienze di vita, scolastiche, sociali o sportive. 

In collaborazione con Antonio Messina, Presidente ed Executive Trainer & Consultant - Hara Risorse Umane

InfoJobs non controlla preventivamente i commenti che vengono pubblicati in questa sezione. Confidiamo nel rispetto e buonsenso di ciascuno. Vi chiediamo di segnalare a candidati@infojobs.it eventuali commenti inopportuni, che verranno prontamente rimossi.