Bonus maternità 2017

Bonus maternità 2017

Requisiti e modalità di presentazione delle domande.

5 Mag, 2017
449 views

La Circolare INPS n. 78/2017 del 28 aprile 2017 ha di fatto confermato l’operatività, a partire dal 04 maggio 2017, del c.d. “bonus maternità” previsto dalla Legge n. 232/2016 - Legge di Stabilità 2017 - con l’obiettivo di introdurre una misura di sostegno economico alla maternità.

La misura in commento, seppur priva di natura strutturale, è da accogliersi indubbiamente con favore in quanto rappresenta un contributo che va nella giusta direzione di contrastare la continua diminuzione del tasso di natalità nel nostro Paese.

Per quanto riguarda i requisiti soggettivi, il beneficio economico, pari ad 800 Euro una tantum, potrà essere riconosciuto in favore delle donne che siano: 

  • cittadine italiane;
  • cittadine comunitarie;
  • cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE (ai sensi dell’art. 27 del D.lgs. n. 251/2007, le donne extracomunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e/o protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane);
  • residenti sul territorio italiano.

Nello specifico, il beneficio economico sopraindicato potrà essere concesso esclusivamente al verificarsi, nel corso dell’anno 2017, di una delle seguenti condizioni:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza);
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Dal punto di vista procedurale, le donne interessate ad usufruire del bonus potranno presentare domanda telematica sul sito dell’INPS, munendosi dell’apposito PIN identificativo, chiamare il contact center dedicato (803 164 da rete fissa – 06 164 164 da rete mobile) o, in alternativa, farsi assistere dagli enti di patronato.  

Qualora la domanda venga presentata da una donna in stato di gravidanza, la stessa dovrà consentire l’accertamento del compimento del 7° mese di gravidanza, mediante la presentazione del certificato attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto emesso da un medico del Servizio Sanitario Nazionale o l’indicazione del numero di protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico competente.

Nel caso in cui sia già stata presentata domanda all’INPS per una prestazione di natura differente ma comunque connessa allo stato di gravidanza, ad. esempio in caso di gravidanza a rischio, sarà sufficiente far riferimento agli estremi dei documenti precedentemente trasmessi.

Per quanto concerne le tempistiche, la domanda dovrà essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, entro un anno dal verificarsi dell’evento (nascita, adozione o affidamento). Con specifico riferimento alle sole nascite, adozioni o affidamenti verificatisi dal 1° gennaio 2017 al 4 maggio 2017, data in cui la procedura telematica è divenuta operativa, il termine di un anno per la presentazione della domanda telematica decorrerà a far data dal 04 maggio 2017.

In collaborazione con Studio Legale Fava www.favalex.it

InfoJobs non controlla preventivamente i commenti che vengono pubblicati in questa sezione. Confidiamo nel rispetto e buonsenso di ciascuno. Vi chiediamo di segnalare a candidati@infojobs.it eventuali commenti inopportuni, che verranno prontamente rimossi.